giovedì 28 aprile 2011

tutorial: SCATOLA PORTAFILI DA RICAMO


Rieccomi qui!
Allora, cosa ho fatto di bello in questo periodo?
Dunque, nell'ordine:
  • le tovagliette americane patchwork/pile per la colazione;
  • una scacchiera;
  • le prolunghe dei piumoni;
  • ho ripreso il tappeto a punto croce;
  • la scatola per i fili del tappeto.
Tutti tutorial?
Beh, quasi.
Oggi vi spiego la scatola.

Ecco dove tengo i gomitoli di lana che mi occorrono per il tappeto:

si tratta di un cesto, sul quale ho
appoggiato un canovaccio, sul quale
sono messi i gomitoli, sui quali ho
appiccicato un post-it con il simbolo
di riferimento dello schema.
Stufa di ribaltare ogni volta il
cestino per cercare il colore giusto,
ho pensato di creare un altro





Occorrono:
  • una scatola da scarpe con il coperchio;
  • fogli di carta da riciclo: ho usato degli A4 scritto solo su una facciata;
  • nastro biadesivo oppure colla se si vuole fare una cosa un po' più rifinita;
  • forbici.


1- come prima cosa, prepariamo il contenitore: nel mio caso, siccome il fondo era un po' sporco per via delle suole delle scarpe che vi erano riposte, ho preferito ricoprirlo con la carta. Ho incollato lungo il perimetro dei pezzi di biadesivo e poi sopra ci ho messo la carta. La scatola è un po' più stretta dell'A4, così ho ripiegato un pochino i fogli sul lato lungo. Se vi va, potete tagliarli in misura; io ho preferito lasciarli perchè non avevo voglia di complicarmi troppo la vita (tanto sarà un accessorio a perdere terminato l'utilizzo: già, non credo che farò altri tappeti dopo questo!) e anche perchè in questo modo si crea tipo uno “zoccolino”, che dovrebbe ostacolare l'eventuale passaggio della polvere del fondo fino alla superficie sopra il foglio a contatto con la lana.


2- ripetiamo l'operazione sulla faccia esterna del coperchio: biadesivo, carta stavolta in misura, e poi con le forbici usate a mo' di punteruolo facciamo un tot di buchi (nel mio caso 15) ad una certa distanza tra loro in modo da distribuirli lungo tutta la superficie.




3- infiliamo ad uno ad uno i
gomitoli dentro la scatola facendo
uscire il capo del filo da un buco
e segniamo con un pennarello il
simbolo corrispondente allo schema
vicino al buchetto.

Tah-dan!

Bruttina, ma funzionale.




Volendo fare una cosa non raffazzonata, si potrebbe realizzare una scatola così:

l'ho pensata aperta e distendibile in modo da poterla riporre in minor spazio quando non occorre.

Un'altra idea potrebbe essere quella di cucire un sacco e riempirlo di buchi da rifinire con degli occhielli metallici (così il filato scorre meglio). I gomitoli vanno poi riposti uno ciascuno dentro un sacchettino (tipo quelli quelli dei collant) chiuso ma in modo che il filo possa scorrere da un'apertura (a pensarci bene, l'idea dei sacchettini potrebbe essere funzionale anche per la scatola).
Poi, per sapere il riferimento sullo schema, sotto ogni foro del sacco di stoffa, appuntate con un ago di sicurezza un cartoncino con il simbolo.
Volendo potreste cucire una striscia di cartoncino lungo tutto il perimetro, ma non so se sarà pratico perchè il sacco, essendo morbido, si deforma facilmente e potrebbe rompere la striscia.

Che dire? Se volete provarci, fatemi sapere!

2 commenti:

vogliounamelablu ha detto...

bentornata!!!

chichi ha detto...

sai com'è, ho avuto un pochino da fare ;P ...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...